Papa Clemente VIII

Clemente VIIIPapa Clemente VIII (1592–1605), di nome Ippolito Aldobrandini era nato a Fano (PS) nel 1536; successore di papa Innocente IX. Invertì la politica dei suoi predecessori alleandosi  con la Francia piuttosto che con la Spagna che aveva assunto un atteggiamento dittatoriale sul papato. Riconobbe come legittimo il re di Francia Enrico IV, che nel 1593 si era convertito al cattolicesimo ed annullò la bolla con la quale Sisto V lo aveva dichiarato eretico recidivo. Clemente si distinse per la sua pietà, e lavorò per il miglioramento del clero e delle istituzioni caritatevoli di Roma. Come molti suoi predecessori, anche Clemente VIII si circondò di illustri personaggi. Fu grande amico di San Filippo Neri, dei cardinali Roberto Bellarmino e Cesare Baronio, ma si lasciò tentare dal suo nepotismo favorendo molti suoi parenti.  Durante il suo papato fu mecenate del grande letterato Torquato Tasso. Come papa promosse anche lo sviluppo dell'edilizia artistica: la sala del Concistoro e la sala Clementina in Vaticano e la Villa Aldobrandini a Frascati. Furono inoltre completati i lavori della cupola della basilica di San Pietro. A lui fece seguito Leone XI. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © VaticanoTours.com